LE ORIGINI DEL GO JU KARATE

L'origine del karate risale a piu di mille anni fa.
L'origine del karate risale a più di mille anni fa. Quando il Dharama giunse al monastero di Shao Lin, in Cina, ideò per i suoi allievi alcuni metodi d'addestramento fisico in grado di conferire resistenza e forza fisica, necessarie, a mantenere rigida la disciplina che era parte della loro religione. Questo metodo fu presto sviluppato e divenne quello che oggi è conosciuto come arte di combattimento di Shao Lin. Tale arte fu importata nelle isole Ryu Kyu e si mescolò con le tecniche di combattimento lì praticate. Quando venne proibito l'uso delle armi si sviluppò il combattimento a mani vuote, il KARATE: (te) mano, (kara) vuote. A Okinawa, una di queste isole, sorsero le scuole del "Naha te" (la mano di Naha), "Shuri te" (la mano di Shuri) e il "Tomari te" (la mano di Tomari), le quali presero il loro nome dalle rispettive città. Da questi tre metodi derivano tutti gli stili di karate.

MAESTRO KANRYO HIGAONNA

Kanryo HigaonnaIl Maestro Higaonna Kanryo nato il 1845 a Naha.
Sebbene si attribuisca molta importanza al M° Miyagi, per il lavoro fatto sul Go Ju, è il suo Maestro Higaonna che ha stabilito le basi dello stile. Il M° Higaonna a quei tempi fece molta fatica a trovare un buon discepolo tenendo conto, inoltre, che era sconveniente per un maestro trasmettere tutti i propri segreti. Nel 1870 andò in Cina, dove rimase per 17 anni, allargando la sua conoscenza sulle arti marziali: dal wu-shu (kung fu), al t'ai ch' l 'chuan e allla box cinese. Ritornato a Naha insegnò, nel quartiere Ton-Shi, fino al 1915 quando morì lasciando 5 allievi: Chojun Miyagi, Kyoda Juhatsu, poi Gusukuma Shiroma e Motoda.

IL MAESTRO CHOJUN MIYAGI

Il Maestro Chojun Miyagi, nato nel 1888 a Naha, iniziò, a 14 anni, a praticare il karate con il M° Higaonna. Era un ragazzo di corporatura molto robusta e, dopo aver passato un periodo sotto l' insegnamento del Maestro Higaonna, andò in Cina per 4 anni dove fece le sue prime esperienze estere. Tornò a Okinawa, dal M° Higaonna, dopo avere frequentato altre scuole. Ripartì per la Cina attorno al 1920; in quel periodo perfezionò il suo stile che, più avanti, prese il nome di Go Ju Ryu. Girò per molti anni, facendo esperienze nuove con altri maestri. Il M° Miyagi introdusse alcuni kata e dopo qualche tempo creò il kata Gekisai Ichi e il Gekisai Ni. Caratteristica principale del Gekisai è la sua possibile applicazione negli esercizi di coppia "tate bunkai" o "renzoku kumite"; esercizi questi, studiati dal M° Miyagi per allenarsi nelle tecniche in sequenza continua applicate sull'avversario.
Un suo allievo, Jinan Shinzato, venne invitato a Kyoto per una dimostrazione di karate e, tutti i partecipanti, impressionati dallo stile, gliene chiesero il nome; imbarazzato perchè la scuola non ne aveva ancora uno disse: "hanko ryu" (scuola del mezzo duro). Tornato dal suo Maestro, spiegò che cosa aveva detto, e Myagi diede la sua approvazione citando una delle sue frasi preferite: "go-ju don-tosu". (duro-morbido)
L' universo respira forte e dolce: il nome go ju (go=duro ju=morbido)

IL MAESTRO PETER URBAN

Peter Urban nasce il 14 Agosto 1934, nel New Jersey.
All'età di 17 anni si arruola nella marina militare degli Stati Uniti.
Viene inviato a prestar servizio in Giappone. Qui incontra Richard Kim, ufficiale americano, esperto di Arti Marziali.
Con lui inizia lo studio del Ryu Aiki Jitsu. Successivamente il M°Kim, vista la grande abilità di Peter, lo presenta a due dei più famosi maestri dell'epoca: Gogen Yamaguchi e Mass Oyama.
Ben presto Urban inizia aseguire le loro lezioni. In quel tempo (1953/54) per un Americano era difficile studiare nei dojo giapponesi a causa dei forti sentimenti nazionalistici, ma Urban si dimostrò motlo determinato e all'età di 25 anni conseguì il 6°Dan ed il suo nome fu conosciuto in tutto il Giappone.
Nel 1959 il M°Peter Urban introdusse il karate Goju Ryu negli USA, e il lavoro svolto successivamente produsse una rivoluzione nel mondo del karate statunitense, per questo da molti fu chiamato "George Washington" o "il Padrino del Goju".
Nel 1966 il M°Peter Urban fonda la sua scuola, chiamandola GOJU USA, con il consenso dei suoi precedenti maestri, R.Kim, G.Yamaguchi e M.Oyama.
L'associazione Butokai, visti i meriti acquisiti in decenni di vita dedicata allo studio delle arti marziali, gli riconobbe il grado di cintura rossa 10°Dan.
Grazie al lavoro svolto da Sensei Urban e da i suoi numerosissimi allievi, il Goju USA si diffuse a macchia d'olio, prima negli States e successivamente in tutto il mondo.
Il M°Gianni Rossato di Padova, fu il primo allievo Italiano del M°Urban, che introdusse la scuola Goju USA nel nostro Paese. Successivamente il M°Rossato chiamò la sua scuola Goju Italia con il consenso del M°Urban.

IL MAESTRO GIANNI ROSSATO

Gianni Rossato, ritenuto dalle organizzazioni mondiali uno fra i più preparati maestri in campo marziale, con un passato di forte agonista.I suoi allievi hanno sempre ottenuto ottimi risultati in campo agonistico, basti vedere che negli ultimi 10 anni, hanno vinto oltre 30 titoli europei, senza considerare altri risultati in campo nazionale ed internazionale, con un 2° posto ai campionati mondiali del 2004.Esperto in varie discipline ha pubblicato 15 volumi vincendo diversi premi e riconoscimenti internazionali come il premio speciale Bancarella e il premio internazionale "Torre di Castruccio" assieme al Santo Padre, ed a Nelson Mandela.Ha inoltre vinto la Lanterna d'Argento e ricevuto il Gran Cavalierato alla cultura dal comune di Genova, nominata dalla comunità europea per il 2004 capitale della cultura d'Europa con la motivazione "per l'impegno sociale, culturale e sportivo espresso a favore della comunità".Azzurro d'Italia in Giappone.Vice presidente della F.E.N.A.M. (Federazione Nazionale Arti Marziali). Responsabile per l'Italia dell'I.M.A.F. (International Marzial Arts Federation).Con il titolo di Gran Maestro è l'unico europeo insignito di tale titolo in 2 discipline.Il sentiero delle Arti Marziali è ripido e scosceso, ma estremamente affascinante, esso, probabilmente non avrà mai fine, poichè è in continua evoluzione.La scuola, guidata dal M. Gianni Rossato, fà riferimento allo stile Goju Italia (stile brevettato), esso si può definire come uno stile che prende il meglio delle singole Arti Marziali, e fonde lo spirito Occidentale in una disciplina nuova, di massima efficienza e di potenza dirompente.Vi sono stili che si basano prevalentemente sull'uso delle gambe e altri sulle braccia, stili duri e stili morbidi. Il Goju, permette ad ogni individuo, ad ogni atleta di sviluppare una forma di combattimento adatta alle proprie caratteristiche, è l'incontro riuscito di due mondi, di due mentalità, si pone come universale, dal quale è nata la sua nuova concezione.Le Arti Marziali, si possono definire, in termini di applicazione alla difesa, offesa, come lo sfruttamento delle nozioni offerte dall'anatomia umana, in sintesi non è altro che uno studio completo dei pregi e difetti del corpo umano.Ha considerato 9 elementi, 9 prospettive che si integrano nello studio e nella pratica delle Arti Marziali:Anatomia-Storia-Tradizione-Respirazione-Concetrazione-Tecnica-Velocità-Ritmo-Potenza.Parlando quindi di numeri, non è un caso che il corpo umano sia composto da 9 articolazioni: polso - gomito - spalla - nuca - sacrolombare - anca - ginocchio - caviglia - dita.Tutto questo fa capire che il M° Rossato ha voluto fondare una vera scuola, dove l'arte marziale è la componente di una vera e propria cultura

Titoli e riconoscimenti ottenuti dal Gran Maestro Gianni Rossato

  • Membro a vita nelle arti marziali per la Society of Black of America
  • 10° Dan Red Dragon per Karate Studios-lou Casamassa (1991)
  • 7° Dan Karate per America Kempo Karate Association I.n.c
  • 7° Dan Kobudo per America Kempo Karate Association I.n.c
  • 9° Dan Karate per U.K.I.D.A
  • 10° Dan Karate, 10° Dan Ju-jitsu per The United States of America Go-Ju Association
  • 10° Dan Karate, 9° Dan Ju-jitsu per USA-IMAAC
  • 5° Dan Iaido-Ken Jitsu
  • 3° Dan Kendo qualifica maestro per FIS-CONI (1979)
  • 4° Dan Judo per Seinshinkan Kokusai Sogu Budo, Osaka-Shi Japan
  • 9° Dan Karate,9° Dan Ju-Jitsu per C.I.A.M
  • Gran Master per I.M.A.F Karate e Ju-Jitsu
  • 3° Dan Wado Ryu, 3° Dan Kamishin Ryu, 1° Dan Shotokan
  • Cintura nera istruttore Aikido, allievo diretto di Sensei
  • Nocquette 9° Dan
  • Presidente della commissione tecnica Kendo per la FIS-CONI (1984)
  • Responsabile tecnico del settore Ken-Jitsu per FIS-CONI (1999)
  • Membro della commissione tecnica federale per la FESIKA (1973)
  • Membro del consiglio federale FESIKA e della direzione tecnica della nazionale (1985)
  • Responsabile europeo per la Nippon Kobudo Rengokai (1982)
  • Vari gradi nel Karate, Ju-jitsu, Iaido, Ken Jitsu della N.K.R con Shian Albert Church e dal presidente Shogo Kuniba
  • Attuale vice presidente della F.E.N.A.M
  • 10°Dan Jujitsu,Karate ,7° Dan Kobudo 5°, Dan Iaido-Kenjitsu I.M.A.F.